Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Home » Archivi per categoria » Politica

La rivoluzione reaganiana di Trump

The Donald porta a casa il più grande abbattimento di tasse dai tempi di Ronnie: le aliquote sulle imprese scendono dal 35% al 20%, giù anche quelle su famiglie e persone. È la grande anomalia americana, la scommessa sul merito e sull’intelligenza intraprendente degli individui, che riparte dopo l’equivoco obamiano...
La rivoluzione reaganiana di Trump

È un’impostura talmente gigantesca, che fai fatica a smantellarla, perché si tratta di ripristinare il grado zero della verità, la banalità obiettivistica della cronaca, oltre che l’onore perduto dei cronisti.…

La rivoluzione reaganiana di Trump

La rivoluzione reaganiana di Trump

The Donald porta a casa il più grande abbattimento di tasse dai tempi di Ronnie: le aliquote sulle imprese scendono dal 35% al 20%, giù anche quelle su famiglie e persone. È la grande anomalia americana, la scommessa sul merito e sull’intelligenza intraprendente degli individui, che riparte dopo l’equivoco obamiano...

È un’impostura talmente gigantesca, che fai fatica a smantellarla, perché si tratta di ripristinare il grado zero della verità, la banalità obiettivistica della cronaca, oltre che l’onore perduto dei cronisti. Il Giornalista Unico italico, e il suo padre putativo, il…

La banda del buco

La banda del buco

Le stime dicono che la ripresa è la più debole dell'Eurozona, che il deficit strutturale potrebbe perfino aumentare, che un consolidamento dell'occupazione rimane una chimera. Ma tutti e tre i poli sbraitano per avere ancora più margini di finanza pubblica, quindi ampliare ulteriormente la voragine che rischia di divorarsi il Paese

L’aggiornamento delle stime economiche italiane della Commissione Europea rivela impietosamente il problema che oggi non sembra più preoccupare la politica italiana. Cioè la persistente debolezza strutturale della nostra ripresa, e le sue conseguenze sul percorso di rientro della finanza pubblica…

La rivoluzione reaganiana di Trump

La rivoluzione reaganiana di Trump

È un’impostura talmente gigantesca, che fai fatica a smantellarla, perché si tratta di ripristinare il grado zero della verità, la banalità obiettivistica della cronaca, oltre che l’onore perduto dei cronisti. Il Giornalista Unico italico, e il suo padre putativo, il…

La banda del buco

La banda del buco

L’aggiornamento delle stime economiche italiane della Commissione Europea rivela impietosamente il problema che oggi non sembra più preoccupare la politica italiana. Cioè la persistente debolezza strutturale della nostra ripresa, e le sue conseguenze sul percorso di rientro della finanza pubblica…

Chi (non) ha vinto davvero in Sicilia

Chi (non) ha vinto davvero in Sicilia

L’esito delle elezioni siciliane ancora una volta impone di riflettere sul valore di autentico ammonimento insito nell’espressione di Sciascia: “La Sicilia come metafora”. Elezioni con qualche vinto e nessuno vero vincitore. Elezioni che danno voce allo sconforto dei Siciliani ma…

Più Catalogna, meno Padania

Più Catalogna, meno Padania

Più o meno nelle stesse ore, due avvenimenti: uno di dimensioni storiche rilevanti e l’altro, invece, quasi impercettibile perfino entro quel teatrino tendente a enfatizzare ogni minima cosa che è la politica italiana. Da una parte, in Catalogna, il Parlament…

Se in Veneto cresce la voglia di Catalogna

Se in Veneto cresce la voglia di Catalogna

È davvero sorprendente la partecipazione registrata ieri in occasione del referendum (consultivo) riguardante l’autonomia del Veneto. Alle 19, e quindi ben quattro ore prima della chiusura dei seggi, era già stata superata la soglia del 50%: un risultato che obbliga…

Lombardi, non perdiamo il treno dell’autonomia

Lombardi, non perdiamo il treno dell’autonomia

Non occorre leggere Carlo Cattaneo né Gianfranco Miglio. Anche se bisognerebbe, per capire la Lombardia e il suo popolo. Chi non li ha letti è un po’ uno straniero a casa propria. Nel 1844, il padre del federalismo italiano –…

Meno male che Donald c’è

Meno male che Donald c’è

Un accordo con un governo di ayatollah sanguinari spacciato per conveniente, che consente invece agli Ayatollah di rafforzarsi e fornire armi ad altre dittature sanguinarie, come la Corea del Nord; un’Organizzazione Internazionale nata per promuovere l’educazione, la scienza e la…

Perché la Catalogna se ne vuole andare

Perché la Catalogna se ne vuole andare

In questi giorni la Catalonia è sulle prime pagine di tutti i giornali. Domenica 1 Ottobre in Catalonia è stata scritta una importantissima pagina di storia. Vediamo come si è arrivati al referendum, anche perché non tutti sanno che “è…

La (vera) dottrina Trump

La (vera) dottrina Trump

“Il principio che ci guida sono i risultati non l’ideologia”. Può bastare una sola frase a definire il pragmatismo e la novità di una presidenza, e quella frase Donald Trump l’ha pronunciata subito a dare il tono all’intero discorso tenuto…

Caro Vittorio, hai ragione. Dunque ritirati

Caro Vittorio, hai ragione. Dunque ritirati

A novembre le elezioni per l’elezione del Presidente e del Parlamento Regionale porranno fine alla funesta buffonata in Sicilia, della “rivoluzione” di Crocetta, il cui governo dell’Isola passerà alla storia per il suo non facile primato di inconcludenza e di…

Page 1 of 241123Prossimo ›Last »