Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Home » Archivi per categoria » Dibattiti (Page 8)

Perché in Catalogna non è finita

A un anno dalle violenze della Guardia Civil su chi voleva determinare il proprio futuro con il voto, la situazione è in stallo. Il fronte indipendentista è frustrato e diviso, ma la determinazione dei catalani è fortissima. E la speranza è che la nuova Europa che si profila dopo le elezioni di maggio non sia sorda e cieca come l’attuale...
Perché in Catalogna non è finita

Che bilancio si può trarre, a oltre un anno di distanza dalle violenze della Guardia Civil su quanti si erano recati a votare al referendum sull’indipendenza, sul processo politico volto…

Perché in Catalogna non è finita

Perché in Catalogna non è finita

A un anno dalle violenze della Guardia Civil su chi voleva determinare il proprio futuro con il voto, la situazione è in stallo. Il fronte indipendentista è frustrato e diviso, ma la determinazione dei catalani è fortissima. E la speranza è che la nuova Europa che si profila dopo le elezioni di maggio non sia sorda e cieca come l’attuale...

Che bilancio si può trarre, a oltre un anno di distanza dalle violenze della Guardia Civil su quanti si erano recati a votare al referendum sull’indipendenza, sul processo politico volto a realizzare la secessione della Catalogna? A una simile domanda…

Cosa manca oggi in Italia

Cosa manca oggi in Italia

Presto detto: un partito liberale vero, thatcheriano e reaganiano, che guardi all’azione trainante per il mondo libero degli Usa sotto Trump, che attacchi il Leviatano interno e quello continentale. Per non rassegnarci alla scelta tra l’establishment farlocco di Juncker e Mattarella e la rivoluzione farlocca di Salvini e Di Maio

In quest’Italia manca un partito liberale vero, né parolaio né caricaturale, né la riproposizione sotto forma di farsa di quel circolo di ottimati che fu il Pli in un’era storica in cui gli ottimati sono oggettivamente nemici della libertà, né…

Breve storia di 25 anni di delirio italiano

Breve storia di 25 anni di delirio italiano

Il prossimo febbraio saranno venticinque anni dall’inizio di Mani pulite. Quella era un’Italia in cui pochi avevano valutato l’impatto della fine della Guerra fredda, che avrebbe obbligato l’Italia a cavarsela da sola, senza protezioni internazionali. Entra in vigore Schengen. Persone…

Torna il Partito dei Magistrati

Torna il Partito dei Magistrati

Gli eventi della campagna elettorale per il referendum costituzionale hanno fatto passare in secondo piano, anche nella abbondante produzione dei nostri scritti, la questione del Partito del Magistrati e della sua anomala influenza della politica e nell’assetto istituzionale del nostro…

Il Cincinnato di Pontassieve

Il Cincinnato di Pontassieve

“Gentiloni, gemello diverso”. Il titolo migliore del day after è probabilmente quello di Avvenire. Lo scenario non è né imprevedibile né particolarmente sofisticato: il governo nasce con il marchio del giglio magico appiccicato addosso, guidato da un leader apparentemente privo…

Stanno hackerando la democrazia?

Stanno hackerando la democrazia?

In un confronto senza precedenti per toni, interferenze e comportamenti sia dei concorrenti che di alcuni protagonisti istituzionali, le elezioni presidenziali americane hanno costituito un inedito terreno di prova ‎per chi pensa di condizionare nell’ombra le elezioni delle democrazie dell’Occidente.…

La giornata in cui non si nomina il nemico dei diritti: l’islam

La giornata in cui non si nomina il nemico dei diritti: l’islam

Zeid Ràad Al Hussein Ginevra alto Commissario Onu per i diritti umani apre la giornata per i diritti umani con una dichiarazione lapidaria: “Il 2016 è stato un anno disastroso per i diritti umani nel mondo” e la “pressione senza…

Ha perso il populismo. Di Renzi

Ha perso il populismo. Di Renzi

 La sorpresa è comunque grande. Il combinato disposto di una straordinaria partecipazione al voto – altro che antipolitica – e di una larga affermazione dei No, oltre ogni previsione, cambia gli scenari politici e persino i giudizi sulla società italiana.…

Ha perso Matteo. Non ha vinto la Carta

Ha perso Matteo. Non ha vinto la Carta

Comunque no, non ha vinto la Carta. Ha perso Matteo Renzi, la sua incapacità di killerare tutto e tutto, cosa che gli è costata pure parecchi fedelissimi. Ha perso il suo Governo, dalle grandiose aspirazioni tramontate in democristiane cose piccine.…

Fermiamo la sua controriforma

Fermiamo la sua controriforma

Il 4 dicembre è una data storica per i cittadini italiani ed io mi auguro che ne comprendano la portata, il rischio, le conseguenze. La vittoria del sì consegnerebbe a Matteo Renzi un potere senza precedenti nella storia della Repubblica.…

Ma le università sono davvero a misura di disabile?

Ma le università sono davvero a misura di disabile?

L’università è la prima fase della vita di ogni ragazzo che si affaccia nel mondo adulto. Una sfida che attira, ma che anche mette preoccupazione. Se poi pensiamo che fra gli studenti possano esserci anche ragazzi con delle disabilità, allora…

Quell’amatissimo mostro di Rory Gilmore

Quell’amatissimo mostro di Rory Gilmore

“Rory Gilmore è un mostro“: così si intitola un editoriale del Washington Post, che si scaglia proprio contro uno dei personaggi più amati della serie originale di “Una mamma per amica”. La ragazzina timida, intelligente, imperfetta, nei nuovi episodi in…