Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Come ti cambia la Maturità

Notte_prima_degli_esami

Come ampiamente annunciato da tempo, dal giugno 2019 entrerà nella fase operativa il nuovo esame + di Maturità, che sostituirà quello della precedente riforma berlinguerliana.

Novità più importanti per l’ammissione agli esami

Non sarà requisito indispensabile per accedere agli esami la partecipazione alla prova nazionale Invalsi. Basterà aver frequentato almeno i tre quarti delle ore di lezioni annuali e avere il 6 in ciascuna disciplina. Le principali novità sono: la maturità consterà di due soli scritti, nonché altre modifiche inerenti le tipologie delle prove d’esame scritte e dell’attribuzione dei punteggi.

La terza prova, il cosiddetto quizzone, è abolita. 

Prima prova scritta

Mira ad accertare la padronanza della lingua, le capacità espressive e critiche dei maturandi i quali dovranno produrre un elaborato scegliendo tra 7 tracce inerenti 3 tipologie di prove.Esse sono: tipologia A(analisi e interpretazione di un testo letterario italiano, due tracce); tipologia B (analisi e produzione di un testo argomentativo, tre tracce); tipologia C (riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità(due tracce). Più precisamente per quanto riguarda la tipologia Agli autori proposti saranno due, anziché uno come accadeva fino allo scorso anno scolastico;  la tipologia B proporrà ai maturandi un testo di senso compiuto o un brano tratto da un testo più ampio che richiederà l’interpretazione  e la riflessione personali;la tipologia C sarà un vero e proprio tema riguardante problematiche di attualità, ossia una riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo.

Seconda prova scritta 

Essapuò vertere su due materie caratterizzanti il corso di studio. Per quest’anno il Ministero della Pubblica Istruzione ha reso noto che al liceo Classico ci sarà la prova mista di Latino e Greco; allo Scientifico Matematica e Fisica; al Liceo delle Scienze umane Diritto ed Economia politica. La seconda prova mista riguarda anche gli istituti tecnici. Indirizzo amministrazione: Finanza e Marketing (l’elaborato consisterà in una delle seguenti tipologie: analisi di testi e documenti economici attinenti al percorso di studio; analisi di casi aziendali; simulazioni aziendali);  Istituto tecnico per il turismo: Discipline turistiche e aziendali e Inglese; Istituto tecnico indirizzo Informatica: Informatica, sistemi e reti; Istituto professionale per i servizi di enogastronomia: Scienze degli alimenti e Laboratorio di servizi enogastronomici. Inoltre, c’è da precisare che per i Professionali la seconda prova si comporrà di una parte definita a livello nazionale e di un’altra predisposta dalla Commissione, in relazione alla specificità dell’offerta formativa dell’Istituzione scolastica.

Correzione degli elaborati

Per porre fine alle difformità finora registrate tra una scuola e l’altra e tra le varie regioni italiane nella correzione degli elaborati, le Commissioni utilizzeranno griglie nazionali.

Colloquio

La tradizionale esposizione della tesina con la quale iniziava iI colloquio è stata eliminata. Esso comunque, come in passato, sarà pluridisciplinare. La commissione proporrà agli studenti l’analisi di testi, documenti, esperienze, progetti, problemi da essa stessa predisposti, che costituiranno lo spunto per sviluppare il colloquio. Il giorno della prova orale per garantire la trasparenza, gli studenti sorteggeranno i materiali sulla base dei quali sarà condotto il colloquio. Inoltre, i candidati esporranno le esperienze di alternanza scuola-lavoro svolte. Una parte del colloquio riguarderà, infine, le conoscenze maturate sul percorso di Cittadinanza e Costituzione svolto nel corso dell’anno scolastico

Credito scolastico e voto finale

Il punteggio finale sarà ancora in centesimi ma l’eliminazione della terza prova scritta comporta il suo cambiamento nelle due prove scritte, nel colloquio e nel credito scolastico. Ogni prova scritta ha a disposizione un massimo di 20 punti come anche il credito scolastico. Il colloquio dà luogo a un massimo di 20 punti, il credito scolastico degli ultimi tre anni di corso a 40(prima poteva arrivare a un massimo di 25). Restano a disposizione della commissione 5 punti integrativi che possono essere assegnati ai candidati che raggiungano almeno 30 punti nel credito scolastico e 50 punti nelle prove di esame. Il voto finale, come già detto, daquest’anno darà più peso al percorso di studi.

Simulazioni

Per fornire informazioni utili per le prove degli esami agli studenti e ai docenti e per sostenerli nella loro preparazione il Miur ha organizzato nelle scuole delle simulazioni della prima e della seconda prova che si svolgeranno secondo il seguente calendario: prima prova scritta: 19 febbraio e 26 marzo; seconda prova scritta: 28 febbraio e il 2 aprile.

Condividi questo articolo!

[wpca_cookie_allow_code level="4"]
[/wpca_cookie_allow_code]
di on 14 febbraio 2019. Filed under Attualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *