Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Perché ci son alluvionati e alluvionati…

Regione PiemonteDodici sindaci della valle Bormida e dei Comuni astigiani affacciati sul fiume Tanaro, capitanati dal presidente della provincia di Asti Marco Gabusi, dicono di sentirsi abbandonati a loro stessi. Da quelle parti il 24 e 25 novembre ci sono state diverse esondazioni. Conta dei danni ferma a circa sei milioni di euro, per iniziare. Agricoltura eccellente, impresa, privati, tutti al palo. Ma nulla, il riconoscimento per lo stato di calamità non c’è. La Regione quindi ha stanziato solo 500mila euro, al netto di quasi dieci milioni di finanziamenti previsti.  Galbusi a Lo Spiffero parla di risorse “troppo scarse se si pensa che solo per la pulizia strade e altri interventi previsti per somme urgenze abbiamo già speso 277mila euro“. “I fondi destinati ai Comuni per i danni alle strutture e alle infrastrutture sono talmente esigui che risulterebbero insufficienti a coprire i danni effettivamente subiti dalle aziende alluvionate”, sostengono invece Cia e Confagricoltura di Asti, in una lettera inviata ai sindaci. I danni ci sono, i raccolti mancati e le aziende in ginocchio pure. Ma evidentemente esistono alluvionati e alluvionati.

Condividi questo articolo!

di on 10 gennaio 2017. Filed under Attualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *