Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ministro alla qualunque

alfano 2Compitino facile facile giusto per rubare lo stipendio. Stralci da Wikipedia: Angelino Alfano, Agrigento, 31 ottobre 1970. Dall’8 maggio 2008 al 27 luglio 2011 è stato Ministro della Giustizia nel governo Berlusconi IV, mentre dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014 ministro dell’Interno e vicepresidente del Consiglio dei ministri nel governo Letta. Riconfermato come Ministro dell’Interno nel Governo Renzi dal 22 febbraio 2014 al 12 dicembre 2016, nella stessa data viene nominato Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale nel successivo Governo Gentiloni.

Esteri, Giustizia, Interni (per due Governi). In pratica il ministro alla qualunque. Che va bene tutto pur di preservare la poltrona. Sia quel che sia Alfano è abbastanza preparato per qualsiasi mansione amministrativa. Lui non teme di non saperne abbastanza, viene scelto in quanto tuttologo. Quale che sia il ministero di passaggio, un passaggio il Nostro mica lo nega. Che poi mica per gli Esteri occorre aver girato il mondo, internamente poi la faccenda Italia ormai la padroneggia. Mica che uno si tira indietro, mica che uno scelga uno (figurarsi un altro poi) secondo curriculum. Che appunto se uno ha l’Angelino è in cassaforte. Un ministro per tutti i ministeri.

Condividi questo articolo!

di on 13 dicembre 2016. Filed under Politica. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

4 commenti a Ministro alla qualunque

  1. Luca Rispondi

    14 dicembre 2016 at 08:50

    Questo è un superuomo mica uno normale questo come siciliano rasenta la divinità e non può essere giudicato dai normali.Lui s’impone e basta.Chissa cosa pensa Berlusconi che lo ha creato per poi prendersela ….

  2. Francesco_P Rispondi

    14 dicembre 2016 at 09:19

    Non sarà mica il famoso “barone del barcone“?

  3. aurelio Rispondi

    14 dicembre 2016 at 16:08

    Il soggetto farebbe impallidire anche la parodia di Cetto laqualunque.Ma non lo sposta nessuno .Cavalca da anni le poltrone ministeriali e tutti zitti.

  4. DB56 Rispondi

    16 dicembre 2016 at 14:46

    Il primo da ringraziare per questo “personaggio” è Berlusconi che non sa mai scegliersi i collaboratori.

    per altro quando ne trova uno in gamba, lo sega !

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *