Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Viva il Robbie Williams anti-Putin

Uno come lui, abituato a provocare e trasgredire, deve essersi divertito un sacco. Nel suo nuovo singolo, Party Like a Russian, prima uscita del suo prossimo album The Heavy Entertainment Show, Robbie Williams si fa beffe degli oligarchi russi, abituati a festeggiare tra bambole e discoteche, e sopratutto di “un uomo di una certa reputazione che prende soldi a una nazione intera”, che “non ammette discussioni o rifiuti, da moderno Rasputin” e che necessita della “metà del mondo occidentale solo per tenere la sua nave a galla”. Sul suo profilo Twitter l’artista inglese ha negato di alludere direttamente a Putin, ma in Russia comunque non l’hanno presa bene: se la televisione nazionale Vesti ha biasimato il cantante che deve ricorrere a questi mezzucci per evitare di essere dimenticato, uno stretto collaboratore dell’oligarca Mikhail Khodorkovsky ha definito il video “spazzatura che non rappresenta per niente l’estetica e il romanticismo del popolo russo”.

Critiche che potranno forse costargli la vendita di qualche cd in Russia, ma che contribuiscono a fare di Williams, con la sua sfrontatezza, un idolo anti-putiniano ultrapop.

Condividi questo articolo!

[wpca_cookie_allow_code level="4"]
[/wpca_cookie_allow_code]
di on 31 ottobre 2016. Filed under Spettacoli,Video. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Un commento a Viva il Robbie Williams anti-Putin

  1. sergio Rispondi

    1 novembre 2016 at 12:56

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *