Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Bukowski come non l’avete mai visto, ora in docufilm

imageSi intitola You Never Had It. An Evening with Bukowski il documentario presentato ieri a Roma al Teatro Farnese che racconta l’incontro tra la giornalista Silvia Bizio con lo scrittore Charles Bukowski nella sua casa di San Pedro in California. Una notte passata a fumare sigarette, bere vino e parlare di tutto, dagli scrittori al sesso all’amore. Tanti i personaggi presenti all’evento, tra cui Lando Buzzanca, Massimiliano Buzzanca, Marco Risi, Daniela Vergara, George Hilton, Salvatore Demola e Carlo Spallino Centonze. La pellicola prodotta dalla giornalista Paola Ferrari mostra una versione inedita dell’uomo, un incontro intimo con uno dei personaggi più emblematici della letteratura contemporanea. «Una straordinaria realtà trasversale, poetica, intellettuale» così Paola Ferrari definisce lo scrittore che rimane un’icona per le persone più diverse. Sì perché Bukowski riesce a coinvolgere e affascinare senza sforzo.

Un docufilm che ha avuto grande successo a Roma come a Venezia quando è stato presentato la prima volta. Un poeta che attraversa generazioni diverse e che aiuta a riflettere. «Il desiderio di presentare questa serata con Bukowski non vuole solo soddisfare gli appassionati mostrando loro come sarebbe stato passare una serata con l’autore, ma vuole avvicinare i giovani a una figura che riesce a essere assolutamente attuale» spiega Paola Ferrari. Un documentario istruttivo quello sul poeta maledetto, perché solo la sua originalità e trasgressione può portare la nuova generazione ad aprire una discussione sull’etica, la società o persino l’umanità in tutte le sue sfaccettature. Bukowski ancora oggi ci rende curiosi e desiderosi di scoprirlo sempre meglio. Così una serie di nastri impolverati riscoperti nel garage di Silvia Bizio si trasformano in un progetto ambizioso che ha già riscontrato successo in Italia come all’estero.

Sì, perché quella che vediamo nel documentario è più di una semplice intervista. In una notte insieme al poeta maledetto si diventa suoi amici, si scoprono aspetti della sua personalità solo accennati nelle sue opere. Nell’intimità della sua casa che visitiamo insieme a lui, conosciamo un uomo dal passato turbolento che forse guarda al futuro con maggiore serenità. Un Bukowski tutto da scoprire.

Condividi questo articolo!

[wpca_cookie_allow_code level="4"]
[/wpca_cookie_allow_code]
di on 21 settembre 2016. Filed under Attualità,Spettacoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

2 commenti a Bukowski come non l’avete mai visto, ora in docufilm

  1. cerberus Rispondi

    21 settembre 2016 at 08:24

    Eh si,il caro vecchio Buk, ho letto “musica per organi caldi”e “storie di ordinaria follia “tanti anni fa,divertenti e cinici al punto giusto.
    Diceva:”ero in mezzo a mille persone,ma ero solo”,in questa frase l’essenza di chi è fuori dal coro,la verità di chi vede troppe cose e si chiede come è possibile continuare a sopportare.
    Anche se la sinistra italiota se ne è appropriata (abusivamente) lo sporcaccione americano resta un grande nella sua lucida follia.

  2. sergio Rispondi

    21 settembre 2016 at 08:28

    … e certo che passare da Ugo Foscolo a Charles Bukowski ce ne vuole …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *