Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ecco il partito di Tosi

Tosi15.30. Flavio Tosi prende la penna e firma. L’atto formale che lo separava dall’avventura che s’è aperta prima delle ultime Regionali è cosa fatta. Tosi oggi, a Verona, s’è fatto il partito. Attorno a lui Fabio Venturi, fondatore della Fondazione Ricostruiamo il Paese, il deputato Matteo Bragantini e la senatrice Emanuela Munerato.

Il sindaco non nasconde l’emozione, mentre i dettagli sul nome e sul simbolo si, solo un paio di indizi: verbo dominante “fare”, a indicare la sostanza politica di Tosi, ovvero l’operatività dalle poche chiacchiere, e il giallo a colorare il logo.

Un movimento politico (non un partito tradizionale, dicono in realtà gli addetti ai lavori), snello. Poca burocrazia. Una base di 262 mila voti personali incassati in Veneto, un gruppo di parlamentari, vie aperte in diverse regioni d’Italia e, soprattutto, un’idea chiara dalle direzione in cui il Paese dovrebbe muoversi. Un movimento liberale, che come obiettivo ha il taglio di spesa pubblica, apparato, sprechi della pubblica amministrazione e burocrazia. Un sunto delle migliori energie venete, che mettono al centro il mestiere e la concretezza, insieme a politiche thatcheriane.

Tosi s’è fatto il Movimento. Le idee le ha chiare e, pare, pure un po’ di link aperti. Il piano è quello di cambiar faccia al centrodestra, riportandolo su binari che non conoscono passioni per Putin, Tsipras, Le Pen. Mischioni demagoghi e inconcludenti. La ciccia c’è, non solo quella. Ora tocca star a vedere…

Condividi questo articolo!

[wpca_cookie_allow_code level="4"]
[/wpca_cookie_allow_code]
di on 20 luglio 2015. Filed under Politica. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

5 commenti a Ecco il partito di Tosi

  1. Ernesto Rispondi

    20 luglio 2015 at 18:25

    “Tosi s’è fatto il Movimento” E’ la crisi di mezza età. Questo è condita da megalomania; di solito si fanno la spider.

  2. gastone Rispondi

    20 luglio 2015 at 18:45

    Dove si vede la ciccia non lo sò ,per quanto riguarda i mischioni demagogici e inconcludenti aspettiamo . Di qualcosa bisognerà pur parlare , dopo le parole i fatti , per fare bisogna governare , per governare servono i voti.Tosi avrà un movimento che raggiungerà il 51 % ? dubito , allora alleanze e con chi ? Vedremo , certo che i partiti ,movimenti vari , e partitini abbondano, auguri.

  3. luigi Rispondi

    20 luglio 2015 at 19:46

    Interessante ! Aspetto ,insieme ad altri,gli sviluppi del progetto per dare il mio contributo.

  4. Davide Rispondi

    20 luglio 2015 at 22:18

    Della serie, se non riesci a convincere, prova a confondere!
    Tosi se veramente vuol dare un contributo per un’alternativa politica nazionale, faccia pubblica ammissione degli errori fatti da amministratore (e continua a confermare con le recenti nomine) e dalla panchina dia il suo apporto per aggregare chi ha come priorità la riduzione della mano pubblica per più libertà individuale

  5. Lorenzo Rispondi

    21 luglio 2015 at 00:27

    Qualcosa doveva pur fare,con un Salvini che ti caccia nonostante accordi chiari e vuole esser tutto lui.Se non vuoi solo ubbidire e sei stato un ottimo amministratore qualcosa devi fare.Asoetteremo con ansia l’attacco alla spesa pubblica ed alla burocrazia che da sindaco ha dominato è bene.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *