Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il futuro (marito) passa da Tokyo

Case konkatsuHo deciso: vado a cercare fortuna nel Paese del Sol Levante. Primo, il 47 per cento dei giapponesi tra i 30 e i 34 è single, e quindi rappresenta un terreno di caccia vasto e inesplorato. Secondo, a Tokyo spopolano le case “konkatsu”, ovvero studiate per chi è alla ricerca di un marito. Tutto merito dell’architetto Rintaro Kikuchi, che ha individuato negli appartamenti poco accoglienti la causa del crollo demografico. Quindi, ha deciso di disegnare case ampie e luminose, dove rilassarsi e riposarsi, in modo da affrontare la vita pieni di energia. «Se dormi meglio, ti svegli meglio, sei più attivo, sorridi, la pelle ha un aspetto migliore e si sviluppano i feromoni che provocano la pulsione all’attrazione sessuale».

Ma il pezzo forte dell’alloggio (progettato lavorando a quattro mani con una sessuologa) è un altro: in salotto spiccano una vasca da bagno e un palo da lap dance per stimolare il desiderio. Magari, alla fin della fiera, marito non lo trovo comunque. Ma almeno il divertimento sembra garantito…

Condividi questo articolo!

di on 6 giugno 2015. Filed under Diario di una single. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

4 commenti a Il futuro (marito) passa da Tokyo

  1. sergio Rispondi

    7 febbraio 2015 at 12:49

    (alla Toshiba devono insegnare alla signorina Aiko Chihiro anche la lap dance)

    comunque,se di mezzo c’ è Rintaro Kikucchi, ci vada tranquilla.
    per raffa o per riffa, qualcosa ci appiglia !

  2. sergio Rispondi

    7 febbraio 2015 at 12:50

    (quindi alla Toshiba devono insegnare alla signorina Aiko Chihiro anche la lap dance)

    comunque,se di mezzo c’ è Rintaro Kikucchi, ci vada tranquilla.
    per raffa o per riffa, qualcosa ci appiglia !

  3. Mirko Rispondi

    7 febbraio 2015 at 18:59

    A vedere quella foto mi vengono i brividi ed un senso arrapatorio mai provato prima .Certo che questi giapponesi ci sanno fare davvero.Come si chiama chi ha realizzato la casa ferormonale ?E gli ormoni i sono già dentro o casa o arrivano da fuori?E se a uno come me ci piacesse il liscio con quel palo che fa?

  4. sergio Rispondi

    7 febbraio 2015 at 21:17

    qui si dice quanto costa → http://finance.yahoo.com/news/tokyo-real-estate-company-selling-190932180.html
    (il palo in mezzo alla stanza per fortuna è rimovibile; meglio una baita in alta montagna, naturalmente)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *