Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Panico da superiori? A sceglier quella giusta t’aiuta il web

Scegliere la scuola superiore giusta per le proprie attitudini dopo la media dell’obbligo? Oggi è più facilescuola cercarla. Infatti, accanto ai tradizionali canali degli open day, dei web d’istituto, della Scuola in chiaro del Miur che offrono un’informazione sugli indirizzi di ciascuna scuola, è operativo un nuovo strumento: Eduscopio.it.

Si tratta di una nuova piattaforma digitale, realizzata dalla Fondazione Agnelli per selezionare il proprio indirizzo scolastico utilizzando elementi di giudizio diversi rispetto a quelli ordinari: i risultati dei diplomati iscritti al primo anno di università, un parametro essenziale in tempo di crisi come l’attuale in cui la qualità del singolo istituto è sempre più importante per l’inserimento nel mondo del lavoro. Il portale analizza i risultati di 700mila diplomati iscritti al primo anno di università. In base al criterio adottato Eduscopio.it ha stilato una lista delle scuole, secondo le performance ottenute dagli studenti e ne ha scelto oltre 4mila tra le migliori.

Il metodo usato permette così alle famiglie una scelta più ampia e ragionata rispetto alle informazioni ottenibili durante gli open day che solitamente durano una manciata di minuti. I limiti più evidenti di Eduscopio sono l’esclusione degli istituti professionali, che normalmente non hanno come obiettivo il proseguimento degli studi universitari e dei licei artistici che hanno come sbocco le Accademie di Belle Arti. La consultazione di Eduscopio è facile.

scuola superioreSi sceglie la scuola desiderata, l’indirizzo voluto e il comune di residenza, quindi si preme il pulsante “Cerca” e si ha la lista delle scuole migliori della zona desiderata. Le scuole superiori migliori sono ubicate nel Nord Italia. A Milano – per esempio – la scuola classificata al primo posto è il liceo classico Sacro Cuore con 92,64/100 punti, seguito dai tre statali: il Carducci (89,49), il Berchet (89.15) e il Parini (84.38). Per il liceo scientifico invece al primo posto spetta allo Statale Alessandro Volta (93,5), il secondo al Sacro Cuore (90.47) e il terzo al Leonardo Da Vinci con 88.86 punti. Un altro fattore interessante da segnalare è che le scuole di provincia superano quelle delle grandi città in quanto sono realtà in cui le famiglie esercitano un maggior controllo sugli studi dei propri figli.

In Brianza risaltano due eccellenze: il classico Ettore Majorana di Desio con 96.92 punti e lo scientifico Paolo Frisi di Monza (93.65), ma il top lo raggiunge il liceo “Nervi” di Morbegno (Sondrio). Analogo discorso vale per gli istituti tecnici come il Jean Monnet di Mariano Comense (92.47) e il Greppi di Monticello Brianza (93.05). Anzi, per gli istituti tecnici, il primato tocca al Nordest, più precisamente a Pergine Valsugana, in provincia di Trento, dove si trova il tecnico-tecnologico Marie Curie, che ottiene 95.63 punti.

Condividi questo articolo!

[wpca_cookie_allow_code level="4"]
[/wpca_cookie_allow_code]
di on 17 gennaio 2015. Filed under Attualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *