Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ok, questa è l’hit parade per la singletudine autunnale

In media ci sto dentro, La Pina. “Di solito è da sola che mi sbrigo/In media ci sto dentro e sopravvivo/Ma questa volta meno e mo’ ti spiego/Per effetto del medesimo incantesimo/Qui spariscono persone come in preda a un esodo/E visto che l’ennesimo si è dato/Mi chiedo dove va tutta ‘sta gente che non ho neppure salutato/Concedici i supplementari/Giusto il tempo di un minuto/Stai un secondo muto/Regalaci un minuto di realizzo/Spazio/Un posto per nasconderci lo strazio/Che cazzo”. E mentre ci si lecca le ferite, avanti un altro…

Piccoli per sempre, J Ax. “Io che ho chiuso fuori il bene/E ho fatto entrare i guai”. È solo che, a conti fatti, i guai si sono rivelati più interessanti del previsto…

Somebody told me, The Killers. “Well/Somebody told me/You had a boyfriend”. “Beh/Qualcuno mi ha detto/che avevi un ragazzo”. Perché qualche anima bella che ci viene a raccontare tutto quello che non vorremmo sapere (su ex o nuovi incontri…) si trova sempre.

Il mio giorno più bello del mondo, Francesco Renga. “Senza avere la certezza di aver dato tutto/Prima di mollare, di tagliare corto/Di imboccare quella strada senza più un rimorso/Quando arriverà qualcuno che starà al mio posto”. Orgoglio sì, o orgoglio no? Come capire se le nostre richieste sono ragionevoli o se stiamo tirando un po’ troppo la corda? Nel dubbio, una domanda si impone: dopo quante ore di attesa per la risposta a un sms è lecito far partire il processo di eliminazione dalla propria vita del malcapitato? Avrà mica ragione mia nonna quando insinua che scendere a compromessi non è sempre il male?

Please, please, please, Smiths. “See, the life I’ve had/Can make a good man bad/So for once in my life/Let me get what I want/Lord knows, it would be the first time”. “Guarda, la vita che ho avuto/ha reso cattivo un uomo buono/Quindi, per una volta/Lasciami avere quello che voglio/”. La speranza è l’ultima a morire. E poi non si può mai dire: e se questa fosse la volta buona?

Amore impossibile, Tiromancino. “È amore impossibile quello che mi chiedi/sentire ciò che tu sola senti/e vedere ciò che vedi”. Impossibile???? Come impossibile???

Condividi questo articolo!

[wpca_cookie_allow_code level="4"]
[/wpca_cookie_allow_code]
di on 27 settembre 2014. Filed under Diario di una single. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *