Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’ultima bufala grillina crea un incidente diplomatico con l’Ucraina

Foto film Ucraina, bufala parlamentare grillina

In questo anno abbondante di attività parlamentare i grillini hanno propalato una serie sterminata di bufale e teorie strampalate. La gamma è ampia e va dal deputato che parla dei microchip sottopelle a quella che crede all’esistenza delle sirene, dalle teorie del complotto sull’11 settembre fino alla fissazione col “gruppo Bilderberg” – che non riescono mai a pronunciare correttamente – accusato di ogni nefandezza, addirittura di aver ispirato la strage di Brescia. E poi il sostegno al metodo Stamina e a Vannoni, le proposte di ridurre il consumo di carne per limitare l’immigrazione e quelle contro i vaccini che a loro dire possono causare “leucemia, mutazioni genetiche e autismo”. Nonostante il grande impegno che c’è dietro l’elaborazione di idee così articolate e fantasiose, le teorie grilline non hanno mai varcato i confini del dibattito nazionale. La scorsa settimana invece è avvenuto il salto di qualità, grazie ad una panzana che ha provocato un piccolo incidente diplomatico con l’Ucraina.

La giovane deputata Marta Grande, già nota al grande pubblico per aver millantato un paio di lauree, ha denunciato in Parlamento “le tremende operazioni di bassa macelleria cui la follia del governo ucraino sta sottoponendo i cittadini russi, perseguitati, massacrati e torturati in quanto tali”, operazioni che vanno assumendo “dei connotati meramente etnici”. La pentastellata denuncia anche l’istituzione da parte del governo ucraino di “di speciali campi di filtraggio, che altro non rappresentano che campi di concentramento atti a raccogliere i rivoltosi del sud-est del Paese”. Dopo aver difeso la Russia di Putin, l’annessione della Crimea e dopo aver deprecato le “provocazioni” degli Stati Uniti e dell’Europa, Marta Grande si scaglia come al solito contro l’informazione e i giornali italiani che distorcono la realtà: “I cittadini sono informati ad arte, spogliati della possibilità costruirsi un’opinione oggettiva”. Ma per fortuna ora ci sono loro, i grillini, che – grazie alla rete e alla gente che “condivide e fa girare” – rompono la cortina di silenzio dei “media di regime”: “Gira in questi giorni in rete una foto che ritrae un soldato ucraino mentre tiene tra le mani, sogghignando, in modo ineffabile il braccio semicarbonizzato di una donna”. Per questo motivo la cittadina-deputata chiede al governo “di impedire che l’Italia venga accostata e considerata tanto debole da non sapersi opporre a politiche scellerate, che possano riassumersi tutte in quella singola terribile immagine”.

L’uscita della Grande ha suscitato la reazione, composta ma un po’ stizzita, dell’ambasciatore ucraino in Italia Yevgen Perelygin: “Non ci sono campi di concentramento, ma solo campi profughi per accogliere i rifugiati dalla zona del conflitto”. Ma la smentita più interessante riguarda proprio la “terribile foto” che gira su internet e che riassume tutte le “politiche scellerate” in atto in Ucraina.

Ebbene, non ha nulla a che vedere con l’Ucraina perché si tratta di una foto del backstage di un film russo del 2008 intitolato Veniamo dal futuro, diffusa ad arte dalla propaganda filorussa. Su internet è possibile vedere l’intero album fotografico con altre immagini delle maestranze che lavorano su costumi e finti cadaveri, braccia e gambe carbonizzate per la scenografia del film di guerra.

RamboTutto questo i “media di regime” non lo dicono. Ve lo diciamo noi. E visto che c’è la “censura”, vogliamo mostrare anche una scioccante immagine inedita che dimostra le atroci torture cui sono sottoposti i militari americani in Afghanistan. Mi raccomando, “condividete e fate girare!!!!!”.

Condividi questo articolo!

[wpca_cookie_allow_code level="4"]
[/wpca_cookie_allow_code]
di on 1 luglio 2014. Filed under Attualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

4 commenti a L’ultima bufala grillina crea un incidente diplomatico con l’Ucraina

  1. muzio sceola Rispondi

    1 luglio 2014 at 19:15

    Mamma mia che livelli sti 5stelle….

  2. danilosbrana@libero.it Rispondi

    2 luglio 2014 at 15:06

    Ho votato il Movimento 5S e come ho gia’ detto in altra sede,Marta Grande deve immediatamente dare le dimissioni.Se il Movimento e’ pulito quanto dice, non puo’ accettare questa demagogia.Marta Grande si e’ collegata alla propaganda demagogica dell’estremismo pazzoide e colonial-imperialista di Mosca.Visto pero’ che questa rappresentante grillina e’ completamente insipiente sulla verita’ e conoscenza del mondo ucraino che io conosco assai bene, da chi ha preso quelle bufale anti ucraine?Da Giulietto Chiesa?un uomo che ho ascoltato a Pisa con un gruppo di docenti.Noi non abbiamo capito niente e dopo 20 minuti ce ne siamo andati. Prego Marta Grande di andare a leggere l’intera pagina dedicata a me dal “Tirreno” e penso altri quotidiani(31-10-2012 medaglia d’oro per la cultura europea e per le conoscenze dell’eurozona al prof.danilo sbrana…).L’Ucraina non ha mai fatto guerre colonial-imperialiste e sempre ha dovuto lottare contro i popoli vicini.Il popolo ucraino e’ un popolo fiero e pacifico .Mosca ha devastato popoli quasi disarmati, ha fatto scorrere fiumi di
    sangue,si e’ presa ,con la forza e non certo col diritto,la Crimea.Cosa vuole ancora, portare il terrore e prendersi l’Ucraina? L’astuzia e la demagogia vanno avanti…ma la storia non e con loro. prof.danilo sbrana, scrittore,storico.

  3. Emiliano Rispondi

    2 luglio 2014 at 22:10

    La foto era falsa, ma chi ha scritto questo articolo non sa niente di ciò che sta avvenendo nell’Est Ucraina e dovrebbe vergognarsi ben più di una parlamentare che inconsciamente usa una foto falsa per richiamare l’attenzione su ciò che veramente sta succedendo in quei luoghi. Ovviamente chi ha scritto qua niente sa della strage di Odessa, delle operazioni di Mariupol con le milizie della GN che sparano sui civili per strada (i filmati sono su YT cercateveli giornalisti saccenti) e dei bombardamenti sulle aree residenziali a Slaviansk (dove è morto il nostro fotoreporter Rocchelli) o a Luganks o Kramatorsk. Pagliacci, siete solo pagliacci pagati per niente.

  4. Epulo Rispondi

    4 luglio 2014 at 22:37

    scusi emiliano, ma è più grave una deputata che prende una cantonata di un giornalista che scrive (forse) imprecisioni. Una ha potere decisionale sulle nostre vite, l’altro no. Basta giustificare questi incompetenti !

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *