Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

C’è la Boldrini a Palazzo Marino. E ci son 14 auto blu

«Tra me e l’auto blindata i problemi non mancano. Nell’abitacolo mi sento soffocare, anche perché i finestrini sono bloccati. Un rapporto travagliato che passa per mal di stomacoauto blu e continue soste. Insomma, stavo meglio prima!».

Così Laura Boldrini, in una lettera al quotidiano Libero di qualche settimana fa, descriveva il suo travagliato rapporto con la grossa Bmw in dotazione alla presidenza di Montecitorio. Roba da far morire di tristezza e compassione le migliaia di pendolari che, ogni giorno, prendono le Ferrovie dello Stato o le Ferrovie Nord per recarsi al lavoro: chissà se anche a loro è mai capitato, in un caldo pomeriggio d’estate, sentirsi soffocare nel bel mezzo d’un vagone affollatissimo. Davvero, signora presidente, l’idea che lei stia usando ancora quella fuoriserie made in Monaco di Baviera ci fa piangere il cuore. Eppure ci chiediamo una cosa. Perché, se quella macchina le provoca così tanto orrore, non se n’è disfatta? In fondo poteva benissimo venderla, optare per una più sobria utilitaria oppure prendere anche lei i mezzi pubblici. Ed invece, non sappiamo per quale ragione, ha voluto comminare a se stessa una punizione così severa.

Oggi la Boldrini era a Palazzo Marino per il convegno dal titolo “I Comuni d’Italia per l’Expo”. Mentre dentro si parlava dei problemi insostenibili del bilancio di Stato ed Enti locali, all’esterno – nella via adiacente al Comune – era tutto un lussureggiare di auto blu. Gioielli a quattro ruote che arrivano a costare cifre a cinque zeri. Il capogruppo leghista in Comune Alessandro Morelli ne ha contate la bellezza di 14, tutte rigorosamente parcheggiate in divieto di sosta (alcune addirittra contromano). Ha scattato la foto che potete vedere qui a fianco ed è intervenuto in consiglio comunale per denunciare l’accaduto, sollecitando il presidente dell’assemblea comunale Basilio Rizzo a scrivere al suo omonimo alla Camera dei Deputati per lamentarsi dell’accaduto. «L’argomento del giorno – ha sottolineato Morelli – era Expo e non l’esposizione di autovetture, per carità molto belle, per la maggior parte straniere».

Anche perché resta da capire come mai così tante quando le autorità col bisogno di spostarsi erano solo quattro: la Boldrini, il sindaco di Roma Ignazio Marino, quello di Torino Piero Fassino e il sottosegratrio a Expo Maurizio Martina e il commissario del padiglione Italia Diana Bracco. Ora, anche ponendo che Bracco e Fassino ne abbiano usate ben due a testa vuol dire che da Roma ne sono arrivate 10. «Che bisogno c’è di tante auto – boldrini autoha proseguito Morelli – tutte da un posto solo? Pur comprendendo la necessità di un mezzo di trasporto non capisco perché non si sia riuscito a fare economia sulle auto blu visto che lo stesso Letta ha detto che ciò sarebbe stato uno dei punti qualificanti della spending review». Riduzione della spesa che pare non interessare molto alla nostra presidente che, alla Camera, l’ha aumentata di ben cinque milioni in sei mesi (come riporta il Fatto Quotidiano).

Facendo un calcolo della distanza fra piazza Montecitorio e Piazza della Scala (575 km) dove ha sede il Comune e moltiplicandola per i costi chilometrici Aci per un’auto blu tipica (una Bmw 740) si ottiene un costo di 816 euro ad autovettura. Il che vuol dire, per le 10 presunte auto blu romane (di Boldrini, marino e Martina), una spesa di oltre ottomila euro, senza contare le “indennità di missione” dei vari accompagnatori dei politici (segretari, addetti stampa etc).

Di questi privilegi puoi usufruire se ti chiami Boldrini e Martina ma anche Marino o Fassino (che almeno un’auto di servizio ce l’hanno), tutti guru dell’ambientalismo de noantri. Se invece ti chiami in altro modo l’auto in città non usarla. O se lo fai, mi raccomando, paga l’Area C.

 

Condividi questo articolo!

[wpca_cookie_allow_code level="4"]
[/wpca_cookie_allow_code]
di on 23 settembre 2013. Filed under Attualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

10 commenti a C’è la Boldrini a Palazzo Marino. E ci son 14 auto blu

  1. CARLO PACE Rispondi

    23 settembre 2013 at 21:32

    ADESSO BASTA. MA NON SI VERGOGNANO QUESTI INFAMI DI POLITICI CHE VIAGGIANO A SPESE DEL POPOLO ITALIANO SU QUESTO TITPO DI AUTO COSTOSE ED INUTILI PER LA LORO MISSIONE DI BREVE DURATA , 14 AUTO PER SOLO 4 TESTE DI CA@@O.
    GLI ITALIANI TUTTI SONO INCAZZATI AL MASSIMO, SOLO PER LE AUTO BLU SPENDIAMO OGNI ANNO 20 MILIARDI E POI VENGONO A DIRE CHE NON SI PUO’ RINUNCIARE ALL’ AUMENTO DELL 1° DELLE IVA PERCHE’ NON SI RIESCE A RECIPERARE UN MILIARDO. MA QUESTI CA@@O DI POLITICI CI PRENDONO A TUTTI NOI ITALIANO PER FARLOCHIE E PER FESSI.MI AUGURO CHE PRIMA E POI A QUALCHE PERSONAGGIO CHE VIAGGIA A NOSTRE SPESE SU LE AUTO BLU POSSA VEDERESELA BRUTTA DA QUALCHE CITTADINO SUPER INCA@@ATO.
    POLITICI RICORDATE CHE LO STATO DEVE ESSERE AL SERVIZIO DEI CITTADINI E NON I CITTADINI AL SERVIZIO DELLO STATO. GLI ITALIANI NON SONO SERVI.

    • Giovanni Ammirata Rispondi

      25 settembre 2013 at 10:25

      CONDIVIDO!!!!!!!!!!bravo!!!!!

  2. Vincenzo Rispondi

    23 settembre 2013 at 21:39

    Io una Fiat blu c’è l’avrei anche…ma perché a me mi fanno ” i contravvenzioni” nella protettissima area c.Forse che non è lunga abbastanza …mah domani chiamo Pisapia e ce lo domando..ce lo….che lui è bravo e sa tutto.

  3. vfangelo Rispondi

    23 settembre 2013 at 22:38

    Anche se è da irresponsabili dirlo, ma vorrei che il governo cadesse per non vederla piu’ questa donna ha una superbia indescrivibile, assomiglia così tanto alle baronesse feudali del medioevo che trattava la servitù come schiavi, ma fortunatamente non siamo nel medioevo, e questa donna prima va via e meglio è.

  4. nino Rispondi

    24 settembre 2013 at 07:27

    Il Papa viaggia, in utilitaria, la Boldrini e company in lussuose machine,( Eppure modelli stranieri, neache vetture italiane!) vuoldire che sono piu prezziosi del PAPA,ma sicuramente Cristo non non lo sa.
    sono solo un’accozaglia che vive sulle spalle degli altri, mentre decine di persone si tolgono la vita per essere stati rovinati dalla politica di Monti, e che viene perseverata dalgi attuali signori or signore,che parlano bene ma che poi fanno I loro porci comodi. tengo solo a ricordare a lor signori e signore, che in tutte le case ci sono ancora le vecchie scope, con manici di legno, e che prima o poi saranno le madri di famiglia che colte dalla disperazione, le useranno per ripulire la nazione da parassiti ecc,ecc.

  5. flavia Rispondi

    24 settembre 2013 at 08:24

    La signora Boldrini avrà colto l’occasione per fare conoscere ad
    alcune decine di migranti le bellezze italiche che si trovano nel tragitto Roma-Milano.
    Non voglio assolutamente credere che tutte quelle auto fossero
    esclusivamente a disposizione della casta. la sig,ra Boldrini non l’avrebbe permesso!!
    Penso che anche il sindaco di Torino abbia il piacere/dovere di
    risparmiare per poter pagare gli stipendi (a rischio) dei suoi
    dipendenti comunali, quindi avrà pagato di tasca propria il carburante necessario per il tragitto TO-MI.
    Forse queste situazioni sono frutto di un sogno fatto nella notte
    scorsa. Ieri sera a cena ho mangiato i peperoni in pinzimonio…..

  6. giuliano Rispondi

    24 settembre 2013 at 10:06

    che nostalgia per la Sig.ra Jotti e la Sig,ra Pivetti !

  7. vfangelo Rispondi

    25 settembre 2013 at 22:47

    MANDATELA VIA QUESTA AMA L’AFRICA NON L’ITALIA E SI VEDE CHIARAMENTE.
    MI DISPIACE CHE CADE IL GOVERNO, MA C’E’ LA POSSIBILITA’ CHE CI TOGLIAMO QUESTA FACCIA DA GUFO DAI PIEDI. TANTO NEANCHE GRILLO LA VUOLE.

  8. cristiano Rispondi

    25 settembre 2013 at 23:35

    Le anime belle e pure della sinistra chic non sfruttano i lerci privilegi da NOI pagati per se stessi ma lo fanno PER NOI, popolino che tira la cinghia sempre di più…LORO ci pensano sempre quando sono in missione per il NOSTRO bene e il sudore che cola ,copioso ,dalle loro nobili fronti,NOI non lo vediamo ma c’è…e quanta fatica a farsi portare in giro per l’italia su auto tedesche (naturalmente),perchè le loro preziose terga potrebbero dolere a bordo di una umilissima fiat o lancia….Che bella questa Bananopoli del “lei non sa chi sono io”….vi AMO,radical chic sinistini che ben predicate e ben ve la spassate alla faccia della plebe che vi osserva e esclama”quelli si che sono furbi…,non noi gentaglia da 1200 euro al mese (quando va bene!!) Quanta invidia e ammirazione per le Vostre gesta.Bravi,continuate cosi che va tutto bene!!!!!!

  9. Hcg Weight Loss Birmingham Al Rispondi

    20 luglio 2014 at 22:21

    Almost all physicians are advising the hormone for patients
    in order to achieve quick weight loss, although the FDA is yet to approve
    it has a weight loss product. It takes about three days for the weight loss effects of the drug to
    kick in. Reality: That you can do whatever actions you might have power for while on HCG, however you
    do not have to exercise to lose the body weight.
    One of the newest weight lost crazes is the HCG diet. In fact,
    more weight loss and protein sparing has been found at the 800 calorie level.
    They work just as well, or even better than the drops. The other thing you
    should do is to raise your activity level a great deal.
    The experiments he carried out involved using smaller and smaller doses and he discovered that apart from reducing
    toxicity, those ‘medicines’ like mercury which had been used to treat.

    “Ineffectiveness of human chorionic gonadotropin in weight reduction: a double-blind study”.
    However, unhealthy eating habits and other factors such as pressure,
    depression and tension etc.

    Take a look at my page Hcg Weight Loss Birmingham Al

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *