Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’unico appello buono è quello contro la mania degli appelli

megafonoNon è che non mi piaccia, l’attitudine della casta intellettuale a sbrodolare nella pratica consunta, stracotta, supremamente onanistica dell’appello. È qualcosa di peggio, quello che provo, non è una generica irritazione estetica, è una nausea esistenziale, come direbbe Sartre, il padre di tutti questi megafoni viventi, che però almeno aveva scritto L’essere e il nulla, qualcosina in più di quel copia & incolla di reportage giornalistici che è Gomorra. Non li reggo più, proprio a livello di stomaco, i Saviano, gli Eco, i Benigni, i Fazio, le Spinelli, i don Gallo… Appelli a Grillo, appelli per Bersani, appelli contro Berlusconi, appelli contro la mafia, che notoriamente accusa ogni volta il colpo (azzardiamo: ha fatto più Bobo Maroni in un giorno di lavoro al ministero dell’Interno, contro la mafia, che tutti i Saviano del mondo). E se non li apprezzi, loro fanno partire l’altro atto procedurale, l’altra pratica che connota la casta degli intellettuali, la scomunica. O t’intruppi nell’appello, o piombi nella scomunica, tertium non datur, nel grande salotto italico, è la morte del pensiero, a furia di pensierini preconfezionati.

Ma ve li immaginate, uno scrittore vero, un pensatore autentico, un Dostoevskij, un Céline, anche un Pasolini, per arrivare all’oggi un Cormac McCarthy, firmare appelli, vergare il proprio nome sotto un precedente e sopra un successivo, così, nell’indistinta marea del collettivismo intellettuale? Eccola, la brutta bestia, l’Intellettuale Collettivo, triste parodia marxista in età post-marxista, residuato bellico, ma ancora inaccettabile dominus del dibattito. L’unico appello sensato, oggi, in questa vociante Italia infestata da appellanti, manifesti, corrispondenza personale spacciata per pubblica, sarebbe il seguente. L’appello per farla finita con la mania dell’appello.

Condividi questo articolo!

[wpca_cookie_allow_code level="4"]
[/wpca_cookie_allow_code]
di on 13 marzo 2013. Filed under Blog. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *